Slide 1

Fai una donazione

Fai una donazione

La festa è stata un'occasione per unire in un'iniziativa comune, famiglie che appartengono a diverse etnie e vivono in diversi quartieri.

Hanno partecipato circa 250 persone: bambini sostenuti a distanza, genitori, insegnanti ed autorità scolastiche, capo del quartiere ed altre autorità locali, giornalisti di radio locali e una troupe della RTG (radio televisione guineana).


Durante la festa, dopo alcuni interventi di benvenuto, è stata fatta una proiezione di un video dei 10 anni di sostegno a distanza: i ragazzi sostenuti hanno potuto rivedersi, grazie alle foto e ai video raccolti in questi anni di attività: le reazioni sono state di stupore ed gioia incredibili!

Sono seguite brevi rappresentazioni teatrali sulla nonviolenza dei diversi gruppi di ragazzi sostenuti a distanza. Verso le 14 è stato servito il pranzo preparato pazientemente da un gruppo di mamme.

Questa festa ha rappresentato per tutti noi un piccolo ma significativo esempio di cosa vuol dire “fare le cose insieme”.


Per sostenere le spese della festa, ognuno ha partecipato anche economicamente: è stata fatta una colletta tra le famiglie per acquistare bevande e cibo per la preparazione del pranzo per tutti gli invitati. Anche le autorità scolastiche hanno partecipato con una quota, e naturalmente anche la nostra associazione ha finanziato circa la metà delle spese della festa.

La festa è stata il frutto della partecipazione di tutti i soggetti coinvolti nel progetto:

  • le autorità scolastiche delle 6 scuole coinvolte;
  • le famiglie dei bambini e ragazzi sostenuti a distanza;
  • il nucleo di collaboratori ed amici guineani che da oltre 10 anni gestiscono questo progetto in Guinea e che è stato il vero promotore della festa. Questo nucleo di collaboratori nel 2008 ha dato vita a l'Association Humaniste pour l'Education à la Nonviolence che sviluppa diverse attività sulla nonviolenza nelle scuole e non solo.